Protetto: Sull’offrire opportunità lavorative di lusso a una ricca star in cambio di rapporti sessuali

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Inserisci la tua password per visualizzare i commenti.

Archiviato in Uncategorized

Protetto: Ricerca del lavoro via web

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Inserisci la tua password per visualizzare i commenti.

Archiviato in Uncategorized

L’interesse altrui per la bellezza del proprio corpo è una fonte di sofferenza

Quando uno compra un libro, non l’ha ancora letto, così come quando uno sceglie di non comprarlo: dunque, non può essere per il contenuto. In genere sono il titolo, la copertina, l’autore, la pubblicità, e il passaparola a farci scegliere un libro o a farcelo scartare (come una persona). La superficie. Nel caso di una persona però, la superficie è molto più interessate che una copertina, anche nel caso in cui si tratti di un’immagine o una foto spettacolari. E ci si può relazionare con una persona e provarne godimento anche solo in modo decisamente superficiale, soprattutto per quella che si chiama “bellezza estetica” . Anzi, a volte bisogna scegliere in modo esclusivo, se si vuole godere della forma (guardando, toccando, fotografando), si deve ignorare il contenuto, la mente dietro la pelle. Meglio non indagare e rimanere a ciò che è visibile agli occhi in molti casi.

Quella che si chiama bellezza estetica guida le scelte di moltissime persone, soprattutto in ambito sessuale e sentimentale.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Sesso, diritto di avere figli, dovere di fare figli

Tra i vari problemi di chi vuole seguire naturalmente e in modo sano l’istinto sessuale e goderne nel fare sesso, c’è che ovviamente il sesso, se fatto senza precauzioni (profilattico e pillola) può portare a gravidanze nonostante il coito interrotto.
Le persone vogliono fare sesso senza profilattico perché è molto più piacevole, e allo stesso tempo non vogliono avere gravidanze, e nel caso la donna possa prendere la pillola non c’è problema, ma nel caso non possa prendere la pillola c’è il problema.

Chi è contrario al sesso senza preservativo e contemporaneamente senza pillola, con una donna che non si è sterilizzata ed è fertile, deve in contemporanea essere contrario alla propria nascita, la nascita dei propri genitori, quella della propria fidanzata, dei propri amici ecc
Qualcuno ha pur dovuto fare sesso senza preservativo per far nascere la popolazione umana. Non ha senso quindi essere contrari a priori, ha senso invece essere contrari in determinati casi.

Fortunatamente la cultura (la scienza) ha fatto in modo di poter contrastare moltissimo le possibili conseguenze negative naturali del fare sesso (gravidanze indesiderate e MST) e adattare la natura alle esigenze umane, grazie ad esempio ai test per le malattie sessualmente trasmissili, e ai vaccini. Il vaccino per l’aids, dopo il quale il rischio di trasmissione due partner dei quali uno è infettato, ma si sta curando, risulta essere zero. . Per questo pornoattrici e pornoattori non usano il preservativo, e le pornoattrici si fanno anche eiaculare dentro la vagina.

C’è chi pensa che sbaglia chi non usa il profilattico se non può usare la pillola, e dovrebbe rinunciare a quel piacere per tutta la vita, tranne quando vorrà un figlio.
Oppure voler usare i preservativi anziché fare sesso senza non equivale a non poter mai avere figli. Ad esempio, dallo stupro può avvenire una gravidanza, ma anche dalla rottura accidentale del preservativo. E ci sono casi in cui, volontariamente si decide di avere un figlio, verificando di avere le condizioni adeguate per mantenerlo, ma poi casualmente ci si ritrova tre figli gemelli nella pancia che non si ha le capacità di mantenere. Ma le gravidanze non sempre possono essere desiderate e non sempre possono essere ideali per il nascituro.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Il corpo e la mente in azione per sopravvivere, ricercare piacere e felicità

LA SCARSITà DEGLI ELEMENTI E LA NECESSITà DI PREVEDERE E AGIRE
Fin dal momento in cui apre gli occhi ed è felice dello spettacolo che contelmpla, cioè prima ancora di capire cosa sta vedendo, l’uomo si immerge negli elementi della Natura.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

LA GUIDA DEFINITIVA ALLA COSTELLAZIONE DEI VIOLENTI INSULTI A DONNE E UOMINI PER GLI SPOGLIARELLI (SOPRATTUTTO DELL’8 MARZO)

Ci sono persone che insultano su base soggettiva, altre che si appellano a supposti effetti delle azioni giudicate nella realtà esterna oggettiva.

Per quanto riguarda la propria soggettività non si dovrebbero nemmeno prendere in considerazione i propri desideri, gusti, abitudini per giudicare gli altri moralmente. Un giudizio etico si riferisce non a ciò che non ci piacerebbe fare, ma a ciò che produce danni negli altri. Per tanto “Io non lo farei” “Mi farebbe schifo farlo” “Non ne ho bisogno” “Non mi piace” non sono argomenti validi ma egocentrici. Come dire “poiché non mangio le melanzane perché sono allergico devono smettere tutti di mangiarle”.

In genere chi critica ce li vede dei motivi oggettivi per cui queste cose producono danni agli altri. è in questa ignoranza il problema.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

LA CONFUSIONE TRA ARTE E VERITà E LA GERARCHIA DI FRUIZIONE

Gli umani nel corso del tempo hanno imparato a controllare e utilizzare la materia. Alcuni tipi di materia in particolare (la grafite della matita, la vernice, gli alogenuri d’argento, i pixel, i suoni prodotti da legno, gusci, corde metalliche..) sono stati utili per produrre moltissime cose con delle caratteristiche particolari indicate genericamente dalla parola “arte”: la pittura, il disegno, i fumetti, i tatuaggi, i cartoni animati, la musica, la fotografia, il cinema, i videoclip musicali, la danza, la performance e così via.
grafite_vernice_suoni

Allo stesso tempo, strumenti come la penna,  l’inchiostro, le macchine da stampa, la tastiera digitale sono stati usati in contemporanea all’invenzione e all’uso del linguaggio per scrivere opere fatte di parole: Romanzi, racconti, poesie, saggi scientifici, libri di storia, manuali e così via.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

I LIMITI DELL’ESSERE AMATI DAGLI ALTRI COME FONTE DI FELICITÀ

22728777_1754884631197348_8839725058544414670_n

Se si vive in società e non su di una montagna, inevitabilmente si verrà a contatto con diversi esseri umani che si guarderà con gli occhi, e coi quali s’interagirà con loro, col linguaggio verbale e non verbale, : genitori, fratelli, datori di lavoro, colleghi, clienti, venditori, commessi, cassieri, persone interessate a relazionarsi con noi.
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

LA VIOLENZA RICEVUTA NEL CONTRADDIRE E NEL GIUDICARE NEGATIVAMENE GLI ALTRI

COMUNICARE CIò CHE è DENTRO IL CORPO: MENTE, EMOZIONI, PENSIERI

Il corpo umano ha un cervello, e l’essere umano è un anilmale che ha sviluppato la neocorteccia cerebrale, la quale lo ha reso capace di costruire altre due parti, oltre a quella del corpo. Chiamate in modo semplice e metaforico: mente e cuore.
Per questo, dopo l’incontro con il corpo attraverso il senso della vista, si può conoscere la mente e il cuore dell’altro.
La mente e il cuore dell’altro si possono conoscere attraverso la comunicazione: reale, da quando è stato inventato e prodotto il telefono anche la comunicazione telefonica, da quando è stato inventato internet e i suoi software anche la comunicazione messaggistica (chat e mail).

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Analisi e critica di M5S

Se si vuole individuare errori, e punti deboli del Movimento5Stelle per diventare consapevoli su cosa deve essere migliorato si deve analizzare ciò che è stato detto e fatto. Ma prima di anilzzare ciò che è stato detto e fatto ci si imbatte in delle resistenze che provengono dal M5S, ovvero il rifiuto di analizzare e criticare.

IL DOVERE DI ASPETTARE UN MIGLIORAMENTO SENZA FORZARE I TEMPI

Alcuni giustificano certe scorrettezze dicendo che è inevitabile che accadano a causa del poco tempo trascorso dall’inizio del movimento. “Piano piano, bisogna aspettare “dicono i cinquestelle. Ovvero, per ora facciamo tutto a cazzo, poi, un giorno faremo le cose per bene. Piano piano! E aggiungono che la colpa sta nel non avere la volontà di aspettare. Tuttavia il movimento 5 stelle è nato da molti anni. La prima volta che è stato presentato da Grillo con un video davanti alla statua del Balilla era il 2005. In nove anni non si è avuto il tempo per collaudare la comunicazione e capire che non si deve insultare, si deve dialogare, non si deve espellere se qualcuno non è d’accordo.

A CAVAL DONATO NON SI GUARDA IN BOCCA

Uno tra i principii che impediscono alle persone del M5S di criticare il movimento è che esso ha fatto qualcosa di buono, ad esempio, ha permesso ai cittadini di avere una percentuale di potere, e dunque, non si può criticare chi dona qualcosa di buono, come dice il detto “a caval donato non si guarda in bocca”, ma si deve “prendere e portare a casa” in silenzio, con tutti i suoi difetti. Ma tutto ciò è falso, non si è debitori, e non ci si può prostrare.

SI DEVE CRITICARE GLI ALTRI E NON IL M5S
Poiché sono gli altri altri a rubare soldi, a fare danni al Paese, si deve criticare solo gli altri. Tuttavia, si può criticare gli altri e l’M5s, perché una cosa non esclude l’altra.

Dunque, una volta superati gli ostacoli mentali che impediscono la critica si può passare all’analisi:

COMUNICAZIONE DI GRILLO
Il messaggio è il contenuto. Dunque, i modi di comunicare non sono irrilevanti. Anche perché se lo fossero, e l’M5S pensasse che fossero irrilevanti, non si capirebbe più il motivo di affidare a delle persone specifiche la comunicazione del M5S, cosa che è avvenuta.

Le intenzioni di tutti possono essere rispettabili. Ma purtroppo i fatti a volte non coincidono con le intenzioni. Quindi, al di là delle buone intenzioni di Grillo e del Movimento5Stelle, i fatti dicono che l’elenco delle volgarità dette da grillo è illimitato: ci si può chiedere se ci sia un solo video, in rete, in cui non ce ne sono. e se riesca mai, anche parlando in famiglia o con gli amici, a chiamare qualcuno con il suo nome, invece di avere una coazione allo storpiamento volgare che rasenta la patologia mentale.

L’uso sistematico delle storpiature dei nomi in un argomento, lo squalifica fin dal nascere, e impedisce di prenderlo seriamente. Infatti, le reazioni sono tipiche dei fanatici di una religione, e non dei seguaci di un’ideologia politica.
Incapaci di qualunque azione costruttiva, impazienti di agitare i manganelli, e autocompiaciuti dei loro insulti di bassa lega.

E questo non cambierà mai, fino alla fine del movimento.

L’AGIRE DELL’M5S
Ma se si afferma che ci sono cose più importanti della comunicazione, che si fanno, e sono state fatte, bisogna dire che c’è differenza tra “fare qualcosa”, e “proporre qualcosa”: soprattutto in un parlamento dove intanto non si fanno convergenze con nessuno, e dunque qualunque cosa si proponga, fosse pure di far diventare miliardari tutti gli italiani, non può che rimanere lettera morta.

Dunque, si può ritenere che il m5s non abbia fatto nulla per il paese, se non decidere di non far nulla.

Su ciò che hanno fatto, si può dire che i grillini hanno votato per la sperimentazione del metodo vanoni, e hanno ovviamente votato come tutti gli altri, visto che il decreto è passato con soli quattro o cinque voti contrari.
e questo dimostra che, almeno per quanto riguarda la preparazione scientifica, i grillini in parlamento sono uguali a tutti gli altri, nel senso che non ne sanno niente di niente.

I grillini hanno presentato una ridicola richiesta di impeachment per il capo dello Stato, con un’accusa di attentato alla Costituzione che dimostra ancora una volta la loro mancanza di senso del ridicolo. Ma paradossalmente non si accorgono, o fingono di non accorgersi, che ad attentare alla Costituzione sono invece loro: precisamente, alla XII disposizione transitoria e finale, che sanziona “chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche”.

Le vere proposte che il m5s poteva fare erano di governo, per realizzare almeno in parte quello che era il loro programma. quello ha accuratamente evitato di farlo, in parte per incapacità politica, e in parte per ingordigia elettorale: sperando, cioè, di fare il pieno alle prossime elezioni.

DEMOCRAZIA DELL’M5S

Quanto alle consultazioni popolari, le cosiddette “parlamentarie”, o “quirinarie”; o “consultazioni in rete”, sono effettuate su un campione di 30.000 utenti circa, e valgono meno dei sondaggi tanto sbandierati da berlusconi. le primarie del pd hanno consultato 3 milioni di elettori, e dunque valgono CENTO VOLTE di più, letteralmente. E un fattore di 100 a 1 è un’enormità.

Inoltre, ci sono state molte espulsioni: Favia, Gambaro, Mastrangeli, Tavolazzi, Orellana, Campanella, Bocchino, Battista.
E in conseguenza a queste espulsioni i senatori eletti come portavoce del M5S Bencini, Bignami, Casaletto, Mussini e Romani hanno rassegnato le loro dimissioni dal Senato.

– Le modalità con cui si sono fatte le espulsioni, una votazione unica per tutti e quattro, è assurda.
– Il post di grillo che invitava a espellere è tecnicamente sbagliato. Da garante quale si definisce deve avvisare che c’è la votazione, non indirizzarla.
– Si poteva lasciare il tempo di presentare accuse e difese e lasciarle visionare per una settimana

1896897_608310075912310_1046088336_n

Per screditare Campanella Grillo ha caricato un video nel proprio blog, in cui un uomo non fa altro che ripetere le stesse cose e urlargli “zozzo”. Questo che cosa dimostrerebbe? Se c’è qualcuno che urla zozzo allora Campanella è in torto? E dunque, se c’è qualcuno che urla che Grillo è in torto allora Grillo è in torto?

I mezzi di Grillo sono evidentemente più potenti di quelli di Campanella e ovviamente lui ne abusa dando voce a quello che lui ha definito un semplice cittadino. Dunque, Grillo è perfettamente d’accordo col chiamare Campanella “zozzo”. E poiché il semplice cittadino urlante agita anche un ombrello in faccia a Campanella, e Grillo ha ospitato il video in cui si vede tutto ciò sul proprio blog si può dedurre che Grillo è d’accordo con l’agitare un ombrello davanti la faccia di un dissidente, e invia il messaggio ai propri lettori che è una cosa buona e giusta.

Infatti i commenti che seguono al post sono del tipo: “bellissimo, meraviglioso” oppure “Ogni parola detta da questo Signore è come se fosse uscita dalla mia bocca.
io in più, avrei solo utilizzato l’ombrello per la testa”.
Secondo una notizia riportata dal quotidiano Il Giorno, una busta indirizzata “Al Parlamento Piazza Montecitorio, Roma” che conteneva dei proiettili è stata intercettata al centro di smistamento di Roserio (in provincia di Milano). I destinatari sono i senatori Lorenzo Battista e Luis Orellana. Nella lettera si citano anche Fabrizio Bocchino, Francesco Campanella e Paola De Pin, quest’ultima uscita dal movimento sei mesi fa.

Il M5S parte dalla figura di Balilla, la stessa esaltata dal Fascismo.
Grillo per convenienza omette cose basilari del non statuto.
Esiste davvero una democrazia partecipativa all’interno del M5S?
Grillo gestisce da solo la banca dati degli scritti al M5S.

http://www.youtube.com/watch?v=qzx3s_oqzEc

DEMOCRAZIA NEI GRUPPI

Uno storico attivista dei 5 stelle, Michele Aricò, abbandona il movimento scrivendo un post in cui afferma: – Conosco bene le dinamiche e i fatti che hanno portato un gruppo di attivisti a scagliarsi contro i nostri portavoce al Senato.
Ha potuto constatare che: “chi è arrivato prima conta più di quello che è arrivato dopo”.  Altro che “uno vale uno”. Bisogna mantenere la leadership a tutti i costi. –


COSA FARE

Dunque, l’opposizione a grillo si può fare anzitutto e soprattutto in senso culturale, senza nemmeno bisogno di arrivare al politico. Perché questo è un argomento migliore, che opporsi a berlusconi o renzi chiamandoli “psiconano” o “renzie”, o alla boldrini chiedendo ai propri compagni di merenda cosa ci farebbero in macchina, o al pd chiamandolo “pd meno elle”, che in più rivela anche l’abissale ignoranza della matematica elementare da parte di grillo, che non arriva nemmeno a capire che volendo fare quel genere di umorismo di bassa lega, si sarebbe dovuto dire “pdl meno elle”.

ci vorrebbe ben altro, e cioè una politica in grado di contrastare il duopolio pd-pdl, ma che non fosse sciocca e volgare. e la tragedia del nostro paese è che non c’è.
detto in una parola, il nostro paese è alla frutta a causa di gente come berlusconi, renzi e grillo, insieme! anche se la quasi totalità della gente è d’accordo su due dei tre nomi, ma in disaccordo con uno.

in questo periodo non si sente mai, da qualche parte, coloro che si lamentano che il sistema non funziona, proporre un cambiamento economico del sistema, ma li si sente solo pretendere un migliore funzionamento di questo. Eppure questo sarebbe rivoluzionario.

L’affidarsi a uomini di spettacolo, professionisti (come reagan o schwarzeneger) o dilettanti (come obama o berlusconi), è ormai da tempo una tendenza non solo statunitense, ma mondiale.
Ci sono molti altri attori che fanno politica direttamente, rendendo sempre più sottile il confine tra politica e spettacolo.  I politici fanno a gara per usarne la popolarità e l’abilità mediatica, da springsteen per obama a george clooney per veltroni,  senza accorgersi che, così facendo, affossano appunto la politica, assimilandola a un prodotto da vendere con la pubblicità affidata al divo di turno, indipendentemente dalle sue qualità.
In fondo, si tratta solo di una metastasi del cancro della pubblicità, che ormai ha raggiunto qualunque ambito, a partire da quello ambitissimo della politica.

quanto alla differenza tra grillo e i grillini, soprattutto quelli in parlamento, molti ci hanno creduto e sperato, soprattutto agli inizi. ci sono stati tentativi di alcuni di staccarsi da lui, ma i fatti di questi giorni dimostrano che quei tentativi non sono andati a buon fine, e che ora ci sia perfetta sintonia fra il condottiero e i condotti.
molti ne saranno delusi, ma altri no, perché non ci avevano mai creduto, o perché hanno smesso subito, sulla base di un semplice ragionamento: se uno non è disgustato dai modi di grillo, dev’essere fatto della stessa pasta.

Il fatto che tanti giovani credano onestamente nel movimento e decidano di farne parte, non giustifica né loro, né il movimento. Non significa che non si potessero vedere già da prima dove sarebbero parati quei movimenti, con quel genere di premesse e di metodi.

La teoria dei sistemi mostra che gli organismi rappresentativi tendono, indipendentemente dal contenuto della rappresentazione, a rivolgersi nel tempo su stessi e a diventare principalmente interessati al proprio funzionamento e alla propria sopravvivenza. e questo vale non soltanto per i partiti politici, ma per i ministeri, i sindacati, le fabbriche, le dirigenze, eccetera.

è per questo che i partiti o movimenti politici che si presentano all’insegna del cambiamento delle regole del sistema dall’interno, finiscono in breve di essere assimilati e omologati dal sistema, e cessano di rappresentare i loro elettori, per iniziare a preoccuparsi di se stessi. l’unico modo di evitare l’irrigidimento è di impedire che esso possa prendere piede.

 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized